Banner Principale barra superiore ANFFAS Associazione Nazionale Famiglie di Persone con Disabilità Intellettiva e/o Relazionale
Home » Notizie » Archivio News
 

Area Riservata
 
 
 
Ricerca
 
Calendario Eventi ANFFAS
Passa al mese precedente Novembre 2017 Passa al mese successivo
Dom Lun Mar Mer Gio Ven Sab
2930311234
567
8
Evento ANFFAS
9
Evento ANFFAS
10
Evento ANFFAS
11
Evento ANFFAS
12
Evento ANFFAS
13
14
Evento ANFFAS
15
Evento ANFFAS
16
Evento ANFFAS
17
Evento ANFFAS
18
Evento ANFFAS
192021
22
Evento ANFFAS
23
Evento ANFFAS
24
25
Evento ANFFAS
2627
28
Evento ANFFAS
29
Evento ANFFAS
3012

Valid HTML 4.01!

OBBLIGO DI ASSUMERE UNA PERSONA CON DISABILITÀ PER LE AZIENDE CON 15 DIPENDENTI






Fonte www.superabile.it - A partire dal 1° gennaio 2018 le aziende con 15 dipendenti sono obbligate all’assunzione di una persona con disabilità. L’articolo 3 del Decreto Legislativo n. 151 del 14 settembre 2015, emanato in attuazione della legge n. 183/2014 (Jobs Act) ha modificato l’art. 3 della legge n. 68/99, e con l’abrogazione del comma 2, ha eliminato il cosiddetto “regime di gradualità” con effetto dal 1° gennaio 2017 poi slittato al 1° gennaio 2018.

Precedentemente l’obbligo insorgeva solo in caso di nuove assunzioni e i datori di lavoro potevano ottemperare a questo obbligo entro i dodici mesi successivi alla data della nuova assunzione aggiuntiva (la sedicesima). Ora il semplice fatto di avere dai 15 ai 35 dipendenti impone al datore di lavoro di assumere un lavoratore disabile. Analoga disposizione vale per partiti politici, le organizzazioni sindacali e le organizzazioni che, senza scopo di lucro operano nel campo della solidarietà sociale, dell'assistenza e della riabilitazione.

Questa nuova norma, che doveva entrare in vigore il 1° gennaio 2017, si applicherà, invece, dal 1° gennaio 2018 per effetto del Decreto legge n. 244/2016 (c.d. Milleproroghe) che ha ulteriormente modificato il Decreto Legislativo 151 del 14 settembre 2015 aggiungendo all’articolo 3 il comma 3 ter nel quale si legge: “la parola: 2017 ovunque ricorre è sostituita dalla seguente: 2018”.

Questa modifica ha comportato lo slittamento di un anno dell’obbligo di assumere persone con disabilità da parte delle aziende con 15 dipendenti. Si sottolinea che il decreto legislativo n. 185/2016, modificando l’art. 15 – comma 4 della legge n. 68/99, inasprisce le sanzioni per il mancato adempimento dell’obbligo di assunzione di persone con disabilità.

Trascorsi sessanta giorni dalla data in cui insorge l'obbligo di assumere lavoratori con disabilità, per ogni giorno in cui risulti scoperta la quota d'obbligo, il datore di lavoro è tenuto a versare la somma di 153,20 euro, ovvero “cinque volte la misura del contributo esonerativo di cui all'articolo 5, comma 3-bis” legge 68/99 che è pari a 30,64 euro. Inoltre, il decreto legislativo n. 185/2016 ha introdotto il comma 4 bis all’art. 15 della legge n. 68/99, prevedendo la procedura della diffida di cui all’art. 13 del decreto legislativo n. 124/2004, in base alla quale, prima di applicare la sanzione, il datore di lavoro é diffidato alla regolarizzazione dell’inosservanza di legge. Se ottempera alla diffida che prevede, in relazione alla quota d'obbligo non coperta, la presentazione agli uffici competenti della richiesta di assunzione o la stipulazione del contratto di lavoro con la persona con disabilità avviata dagli uffici, il datore di lavoro potrà pagare una sanzione ridotta, pari ad ¼ di quella prevista.

7 novembre 2017


Visualizza Archivio News  » Archivio Varie


ANFFAS
 top

      Via Casilina, 3/T 00182 Roma       Tel. 06 3212391 Fax 063212383       e-mail: nazionale@anffas.net       codice fiscale: 80035790585       partita iva: 05812451002
 
[Infomazioni sulla privacy]     [Credits]