Banner Principale barra superiore ANFFAS Associazione Nazionale Famiglie di Persone con Disabilità Intellettiva e/o Relazionale
Home » Rubriche » 2009 - Anno Anffas della Famiglia
 

Area Riservata
 
 
 
Ricerca
 
Calendario Eventi ANFFAS
Passa al mese precedente Giugno 2017 Passa al mese successivo
Dom Lun Mar Mer Gio Ven Sab
28293031123
4
5
Evento ANFFAS
6
Evento ANFFAS
7
8
Evento ANFFAS
9
10
Evento ANFFAS
11
Evento ANFFAS
12
Evento ANFFAS
1314
15
Evento ANFFAS
16
17
Evento ANFFAS
18192021
22
Evento ANFFAS
23
Evento ANFFAS
24
Evento ANFFAS
25
26
Evento ANFFAS
2728
29
Evento ANFFAS
30
Evento ANFFAS
1

Valid HTML 4.01!

2009 - ANNO ANFFAS DELLA FAMIGLIA






Il 2009 , dopo aver celebrato nel 2008 il nostro 50ennale, è stato proclamato "Anno Anffas della Famiglia" , ciò consapevoli che ancora molto vi è da fare per ottenere il pieno riconoscimento dei diritti civili ed umani delle persone con disabilità e dei loro genitori e familiari.
A tal fine è stato predisposto, su impulso del Consigliere Nazionale con delega alle politiche per la famiglia Massimo Fenzi e con l'approvazione del Consiglio Direttivo Nazionale, il Progetto "Anffas In-Famiglia" volto alla creazione di nuovi ed innovativi percorsi, strumenti e supporti per il rafforzamento dell'empowerment (ovvero "l'acquisizione di potere", quale processo di ampliamento delle possibilità di un soggetto - una persona ma anche un "soggetto sociale" come la famiglia - di aumentare la capacità di agire nel proprio contesto e di operare delle scelte) e la valorizzazione delle famiglie al cui interno vivono persone con disabilità.
La particolare innovatività di tale progetto consiste principalmente nel fatto che le azioni previste siano ideate ed implementate con il contributo attivo dalle famiglie stesse sulla base dei bisogni reali omogeneamente e sistemicamente rilevati, contribuendo anche alla crescita della conoscenza della disabilità e della famiglia con componenti con disabilità come aspetti valoriali per la società stessa.
Il Progetto, che sarà realizzato prevalentemente nel corso di questo anno, ma che prevede la prosecuzione delle attività anche nell'anno successivo, richiede la massiccia e convinta adesione e partecipazione di tutte le strutture associative Anffas, che potranno, tra le altre cose, farsi portavoce e promotrici di idee/buone prassi/progetti/percorsi di sensibilizzazione, formazione ed informazione sui temi della famiglia e candidarsi a partecipare al "Bando Anffas In-Famiglia" con la possibilità di concorrere ad un importante riconoscimento, anche di tipo economico (seppure simbolico), da parte di Anffas Nazionale.
Pertanto, sono state previste una serie di attività da svolgersi sia a livello nazionale che locale che di seguito Vi illustriamo sinteticamente:

1. Pubblicazione Agenda Sociale Gea "2009 Anno Anffas della Famiglia"
L'edizione annuale dell'agenda sociale Anffas è stata dedicata al tema della famiglia e contiene un'analisi delle condizioni di vita di tutte le famiglie, ed in particolare quelle al cui interno sono presenti una o più persone con disabilità, nel nostro paese, ed informazioni sulle principali agevolazioni spettanti ai genitori e familiari di persone con disabilità.
Scarica il file pdf

2. Censimento e indagine statistica dei bisogni della famiglia:
L'obiettivo di questa fase è quello di realizzare una rilevazione delle condizioni di vita e dei bisogni delle famiglie, al cui interno sono presenti una o più persone con disabilità, evidenziando anche le differenze tra diverse tipologie di famiglie e i diversi territori.
E' stato, pertanto, predisposto un questionario realizzato in 4 diverse forme in relazione a 4 tipologie diverse di famiglie:
1. famiglia con figlio/congiunto con disabilità in età pre-scolare (0-6 anni)
2. famiglia con figlio/congiunto con disabilità in età scolare (6-18 anni)
3. famiglia con figlio/congiunto con disabilità in età post-scolare (18-50 anni)
4. famiglia con figlio/congiunto con disabilità in età avanzata (con più di 50 anni)

Il questionario è stato somministrato dalle strutture associative Anffas Onlus a circa 900 famiglie su gran parte del territorio italiano ed i dati desunti saranno presto pubblicati.

3. Individuazione di un referente per il tema della famiglia
L'obiettivo di questa fase è quello di individuare una rete di famiglie referenti che divengano punti di riferimento delle strutture associative e di Anffas Nazionale sui temi legati alla famiglia e che conoscano e rappresentino le famiglie del territorio.

4. Percorsi di sensibilizzazione:
L'obiettivo di questa fase è quello di garantire la massima diffusione, conoscenza e partecipazione al progetto.
A tal fine, la Sede Nazionale ha realizzato un "logo - bollino" che connota in modo efficace ed immediato il Progetto stesso e tutti gli eventi e materiale ad esso collegati.

Inoltre, il percorso di sensibilizzazione sui temi della famiglia avverrà attraverso due ulteriori strumenti:

a) Convegni/seminari – tutte le realtà locali sono invitate all'attivazione di iniziative che mirano, in particolare, ad identificare/esplorare i bisogni delle famiglie rispetto ai temi cardine del pensiero associativo Anffas (come ad es. presa in carico, Convenzione ONU, strumenti di tutela giuridica, empowerment, diagnosi/intervento precoce ecc.) e che siano occasione di confronto, anche con le istituzioni, per l'impulso alla programmazione di adeguate risposte.
Per tali iniziative potrà essere richiesto il patrocinio, non oneroso, di Anffas Onlus Nazionale "2009 Anno Anffas della Famiglia" la cui concessione ascriverà, automaticamente, l'iniziativa tra quelle previste all'interno del Progetto "Anffas In-Famiglia" e candiderà la struttura organizzatrice alla partecipazione al "Bando Anffas In-Famiglia" per l'ottenimento del relativo premio (di cui si dirà più avanti).
Criteri per l'ottenimento del "patrocinio di Anffas Nazionale – 2009 Anno Anffas della Famiglia":
- tema legato alla famiglia;
- coinvolgimento di 1 o più rappresentanti delle istituzioni locali;
- tema affrontato incentrato sui bisogni;
- elevato livello di partecipazione delle famiglie nei momenti di dibattito;
- approccio coerente con il pensiero associativo;
- proposte/soluzioni innovative;

b) raccolta/censimento buone prassi in corso - tutte le realtà locali sono state invitate all'attivazione/segnalazione/implementazione di buone prassi che fungano da supporto concreto e/o che forniscano servizi a carattere innovativo alle famiglie (ad esempio corsi di formazione offerti ai neo-genitori sui temi dell'età evolutiva, gruppi di mutuo-aiuto; servizi di sollievo alla famiglia).
Il carattere innovativo potrebbe essere rappresentato, ad esempio, dal coinvolgimento delle istituzioni locali nell'ideazione/implementazione delle iniziative.
Per tali iniziative potrà essere richiesto il patrocinio, non oneroso, di Anffas Onlus Nazionale "2009 Anno Anffas della Famiglia" la cui concessione ascriverà, automaticamente, l'iniziativa tra quelle previste all'interno del Progetto "Anffas In-Famiglia" e candiderà la struttura organizzatrice alla partecipazione al "Bando Anffas In-Famiglia" per l'ottenimento del relativo premio.

c) Progetti per la famiglia o buone prassi da realizzare – tutte le realtà associative sono state invitate a segnalare idee/progetti/proposte innovative, ancora da attuare, che si propongano di rispondere ai bisogni delle famiglie (eventualmente già rilevati tramite i questionari, la famiglia referente, i convegni/seminari, etc).
Per tali iniziative potrà essere richiesto il patrocinio, non oneroso, di Anffas Onlus Nazionale "2009 Anno Anffas della Famiglia" la cui concessione ascriverà, automaticamente, l'iniziativa tra quelle previste all'interno del Progetto "Anffas In-Famiglia" e candiderà la struttura organizzatrice alla partecipazione al "Bando Anffas In-Famiglia" per l'ottenimento del relativo premio (di cui si dirà più avanti).

4. Banca del tempo
Grazie anche alle attività elencate nel punto 3 ed alle disponibilità rilevate, come da punto 2, le strutture associative sono state invitate procedere all'attivazione della propria "banca del tempo".
Tale strumento consisterà in un database che contenga informazioni sulla disponibilità dei singoli a dedicarsi dedicare parte del proprio tempo libero a favore delle persone, delle famiglie con disabilità o delle necessità delle realtà Anffas.
Per tali iniziative potrà essere richiesto il patrocinio, non oneroso, di Anffas Onlus Nazionale "2009 Anno Anffas della Famiglia" la cui concessione ascriverà, automaticamente, l'iniziativa tra quelle previste all'interno del Progetto "Anffas In-Famiglia" e candiderà la struttura organizzatrice alla partecipazione al "Bando Anffas In-Famiglia" per l'ottenimento del relativo premio (di cui si dirà più avanti).

5. Pagina del portale associativo e del forum dedicata all'iniziativa:
Anffas Onlus ha realizzato, sul proprio portale associativo www.anffas.net una sezione dedicata al "2009 – Anno Anffas della Famiglia", riconoscibile grazie all'apposito logo sopracitato, che raccoglierà tutte le informazioni legate al Progetto e sarà aggiornata anche con il materiale ricevuto da parte delle strutture associative.
Inoltre, sarà realizzata un'apposita "stanza" all'interno del forum associativo, per consentire lo scambio ed il confronto diretto tra le famiglie.

6. Bando "Anffas In-Famiglia":
Come sopra anticipato, le iniziative del "2009 Anno Anffas della Famiglia" vedono anche al realizzazione di un concorso interno "Bando Anffas In-Famiglia" il quale prevede l'assegnazione di un premio finale.
Tutto il materiale ricevuto dalle singole strutture associative verrà esaminato da un'apposita Commissione formata da esperti della materia di livello nazionale, la quale ne valuterà la qualità e selezionerà i vincitori.
Verranno premiati i progetti che maggiormente rispecchino il pensiero Anffas, che abbiano trovato una risposta innovativa ed efficace ai bisogni rilevati e che sintetizzino l'essenza dell'anno 2009 dedicato alla Famiglia.

Riceveranno il premio "Anffas In-Famiglia", per struttura associativa vincitrice, le prime tre realtà rispettivamente alle seguenti categorie:
1. il miglior evento di formazione/informazione (punto a)
2. la migliore esperienza di buone prassi (punto b)
3. la migliore idea progetto/buona prassi (punto c)
4. la migliore banca del tempo (punto 4)

I vincitori di cui sopra verranno resi pubblici nel corso dell'anno 2010.

Per ognuna di tali categorie il primo classificato riceverà un premio del valore di euro 500,00 cadauno.

Vi informiamo, inoltre che, il nostro progetto "Anffas In-Famiglia" ha partecipato al bando "Premio amico della famiglia" - anno 2008 – indetto dalla Presidenza del Consiglio – Dipartimento per le Politiche della Famiglia, che prevede la corresponsione di una somma economica. Pertanto, nella fortunata ipotesi che lo stesso dovesse risultare tra i vincitori, la somma ricevuta sarà destinata in parte ai progetti vincitori del "Bando Anffas In-Famiglia" e tra questi, in particolare al sostentamento ed alla realizzazione della migliore idea progetto/buona prassi emersa dal bando stesso.

7. Pubblicazione materiale Progetto "Anffas In-Famiglia":
Tutto il materiale realizzato nel corso del progetto, i dati raccolti tramite i questionari di cui sopra, le relazioni/atti delle iniziative candidate al "Bando Anffas In-Famiglia" saranno raccolti all'interno di un volume che sarà realizzato e diffuso da Anffas Onlus Nazionale nel corso nel 2010.
Ovviamente, in tale pubblicazione, sarà dedicato particolare spazio in particolare alle strutture associative che risulteranno vincitrici del premio.

Per avere aggiornamenti
Scarica le slides presentate dal Consigliere Nazionale Massimo Fenzi all'ultima Assemblea Nazionale Anffas Onlus


 top

      Via Casilina, 3/T 00182 Roma       Tel. 06 3212391 Fax 063212383       e-mail: nazionale@anffas.net       codice fiscale: 80035790585       partita iva: 05812451002
 
[Infomazioni sulla privacy]     [Credits]