Progettare Qualità di Vita: matrici ecologiche e dei sostegni

Matrici 2.0: lo strumento per il progetto individuale (art. 14 L. 328/00)

Matrici ecologiche e dei sostegni: Che cos’è

Matrici Ecologiche e dei sostegni è uno strumento interattivo che orienta logicamente e documenta, secondo un approccio evidence-based, il piano individualizzato dei sostegni ed il progetto individuale di vita previsto dall’art. 14 della L. 328/00 nella prospettiva del rispetto dei diritti umani e del miglioramento della Qualità della Vita per le persone con disabilità, in particolare intellettive e con disturbi del neurosviluppo. Attraverso un software disponibile online, personalizzabile, flessibile ed in costante aggiornamento, rappresenta una guida interattiva alla progettazione individualizzata utilizzabile dal case manager, dall’equipe, dai singoli operatori e professionisti, dalla famiglia e da tutti gli attori coinvolti nella presa in carico delle persone con disabilità.
La raccolta di informazioni, l’assessment e valutazione multidimensionale, la pianificazione, programmazione, gestione e valutazione dei sostegni e dei loro esiti divengono un processo guidato e allineato ai diritti, ai desideri ed aspettative della persona stessa e della sua famiglia, alle necessità di sostegno sue e del suo contesto di vita e volto al miglioramento della sua Qualità di Vita. Al tempo stesso, matrici consente di costruire una banca dati utile a livello individuale, di servizio, di sistema per classificare le informazioni che riguardano le persone con disabilità in tutto il ciclo di vita. L’utilizzo a livello gestionale e di ricerca di Matrici consente di individuare per la persona e per popolazioni di persone, sostegni e sistemi di sostegno efficienti ed efficaci Utilizzare matrici significa quindi non solo attingere costantemente a quanto di più innovativo compare nel panorama scientifico internazionale, ma anche contribuire attivamente al più esteso ed importante progetto di ricerca nazionale sulla Qualità della Vita delle persone con disabilità intellettive e disturbi del neurosviluppo.

Scarica la SCHEDA MATRICI 2.0

 Scarica la SCHEDA PER PROGETTO DI VITA EX ART.14

La sperimentazione del progetto Strumenti verso l'inclusione sociale

Funzionalità

  • Valutazione multidimensionale, con strumenti riconosciuti e validati a livello internazionale (es ICF, SIS);
  • Raccolta del contributo sanitario, educativo, abilitativo/riabilitativo, psico-sociale, assistenziale, contestuale (ad esempio anamnesi, esami obiettivi, etc...);
  • Descrizione e classificazione dei sostegni in atto nel tempo e loro confronto con i sostegni necessari;
  • Classificazione e documentazione del lavoro di rete e community care;
  • Definizione di obiettivi di sostegno (grazie alle lettura in una matrice ecologica, dei risultati dell’assessment e della valutazione multidimensionale);
  • Progettazione, pianificazione, programmazione e coordinamento dei sostegni (stesura e monitoraggio del piano individualizzato dei sostegni);
  • Realizzazione del progetto individuale di vita (art. 14 L. 328/00), secondo un modello sperimentato e validato su un campione di oltre 1400 persone, e suo monitoraggio nel tempo;
  • Realizzazione del bugdet analitico di progetto (o di vita, o di salute) e la sua gestione nel tempo;
  • Individuazione dei livelli di efficienza ed efficacia dei sostegni pianificati ed erogati in relazione agli esiti;
  • Stesura e stampa automatica di report (per esempio progetto individuale esteso e ridotto).

Il sistema è continuamente modulabile, espandibile e implementabile sulla base delle esigenze dei diversi utilizzatori.

Perché usarlo

L’utilizzo di matrici ha mostrato, nelle diverse sperimentazioni sul campo realizzate con oltre 500 operatori a livello nazionale e nel confronto internazionale, di essere uno strumento particolarmente avanzato ed unico nel suo genere.
Matrici ecologiche e dei sostegni è al momento l’unico strumento in grado di realizzare il progetto individuale ai sensi dell’art. 14 L. 328/00 secondo un modello in linea con i più avanzati paradigmi scientifici e culturali in materia, sperimentato e validato.

Vantaggi

  • Online;
  • Semplice da usare;
  • personalizzabile;
  • continuamente implementato ed aggiornato;
  • dispone di una guida in linea;
  • consente il lavoro multi professionale e interdisciplinare;
  • consente di raccogliere, documentare e utilizzare info che riguardano la persona con disabilità e le sue ecologie di vita;
  • compilazione online di un ampio set di strumenti di assessment, calcolo dei punteggi, elaborazione dei grafici e lettura dei risultati - confrontabili nel tempo riconosce la componente personale ed ecologica del funzionamento delle persone;
  • emerge dalla sperimentazione sul campo con un campione significativo di persone;
  • cronolocalizza e geolocalizza sostegni ed esiti del progetto di vita;
  • individua percorsi efficienti ed efficaci:
  • consente il confronto dei dati a livello individuale e di popolazioni;
  • consente di valutare l’efficacia di strumenti, risorse e procedure, sostegni e interventi in relazione ai risultati prodotti a livello clinico, funzionale e di miglioramento della Qualità della Vita;
  • consente di raccogliere informazioni di natura epidemiologica, appropriatezza dei sostegni e di esiti sulla popolazione con disabilità intellettiva e del neuro sviluppo;
  • costituisce l’ambiente informativo di lavoro, la piattaforma operativa attraverso la quale l’operatore, il coordinatore, il gruppo di lavoro, i responsabili clinici, amministrativi e politici governano il sistema dei sostegni ed il suo sviluppo in ordine ai risultati attesi e prodotti;
  • trasforma il modello dei sostegni e la prospettiva di miglioramento della Qualità della Vita in buone prassi, pratiche efficaci e costantemente verificabili in termini di soddisfazione, adattamento, salute e Qualità di Vita delle persone con disabilità intellettive e del neuro sviluppo.

A chi è utile

Il sistema matrici è utile e può essere utilizzato da una pluralità dei soggetti, a partire naturalmente dalla persona con disabilità e dalla sua famiglia, ed in particolare da:

  • Operatori e professionisti all’interno dei servizi;
  • Operatori e professionisti pubblici;
  • Operatori e professionisti privati della comunità;
  • Amministratori di servizi;
  • Amministratori pubblici;
  • Familiari;
  • Ricercatori;
  • Rappresentanti delle istituzioni;
  • Istituto Superiore di Sanità;
  • Istat;
  • Ministeri ed Assessorati.

Come accedere

Matrici ecologiche e dei sostegni è un marchio registrato e brevettato, gestito dal Consorzio degli autonomi enti a marchio Anffas “La rosa blu”.

L’accesso al sistema prevede un’analisi iniziale delle necessità ed un bilancio di competenze del soggetto o soggetti utilizzatori, sulla base del quale avviare un percorso di formazione intensivo – in parte in presenza ed in parte a distanza. Il percorso prevede, per gli operatori coinvolti, tutoraggio, supervisione ed aggiornamento nel tempo da parte del gruppo di coordinamento tecnico-scientifico coordinato dal Prof. Luigi Croce (Psichiatra, Docente dell’Università Cattolica di Brescia e Milano e Presidente del Comitato Scientifico Anffas Onlus).

I singoli utilizzatori del sistema possono ottenere, tramite un percorso formativo longitudinale crescente e progressivo, la certificazione di matricista, case manager, supervisori e formatori.

Carriera-formazione Matrici 2.0

 Accedere a Matrici Tramite il Consorzio La Rosa Blu

Corso di aggiornamento intensivo POS (Personal Outcomes Scale)

 

Matrici ecologiche e dei sostegni - Versione Legge 112/2016

La legge 112/2016 ed il progetto individuale

La legge n. 112/2016 (“Disposizioni in materia di assistenza in favore delle persone con disabilità grave prive di sostegno famigliare”), conosciuta dai più come la Legge “del Dopo di Noi, partendo dal durante Noi” ed il suo Decreto attuativo del 23 novembre 2013 prevedono, quale condizione imprescindibile per attivare i percorsi di sostegno previsti per le persone con disabilità, la redazione del progetto individuale ex art. 14 della Legge 328/2000 e del relativo budget di progetto. Si tratta del documento che, partendo dai bisogni, aspettative e desideri della persona con disabilità individua quali sono i sostegni e supporti, formali ed informali, che possano permettere alla stessa di poter partecipare alla vita sociale e poter vivere in condizioni di pari opportunità rispetto agli altri.

Per la realizzazione del percorso di sostegno al “durante e dopo di noi” la Legge 112 prevede che le equipe multiprofessionali si occupino della valutazione multidimensionale della persona, analizzando almeno le seguenti aree:
- Cura della propria persona
- Mobilità
- Comunicazione ed altre attività cognitive
- Attività strumentali e relazionali della vita quotidiana

Il progetto deve poi individuare, nello specifico:

- Gli specifici sostegni di cui la persona con disabilità necessita, a partire dalle prestazioni sociali e socio-sanitarie;
- Gli specifici interventi previsti dalla Legge 112 e dal relativo decreto attuativo;
- Un budget di progetto, ovvero la descrizione quantitativa e qualitativa delle risorse economiche, strumentali, professionali e umani atte a garantire la piena fruibilità dei sostegni indicati per qualità, quantità ed intensità nel progetto personalizzato.

Nell’ambito del progetto verranno quindi indicati i sostegni da attivare per la persona, tenendo conto delle 5 misure adottabili a valere sul Fondo Nazionale istituito dalla Legge stessa (salvo specificità regionali), ovvero:

- Percorsi programmati di accompagnamento per l’uscita dal nucleo familiare di origine ovvero per la deistituzionalizzazione
- Interventi di supporto alla domiciliarità in soluzioni alloggiative che rispondono a caratteristiche individuate dal decreto stesso
- Programmi di accrescimento della consapevolezza, di abilitazione e di sviluppo delle competenze per la gestione della vita quotidiana e per il raggiungimento del maggiore livello di autonomia possibile ed, in tale contesto, tirocini finalizzati all’inclusione sociale, all’autonomia delle persone ed alla riabilitazione
- Interventi di realizzazione di innovative soluzioni alloggiative
- Interventi di permanenza temporanea in una soluzione abitativa extra-familiare.

 

Matrici ecologiche e dei sostegni - versione L. 112

Anffas Onlus ha deciso di personalizzare ulteriormente matrici ecologiche e dei sostegni per la predisposizione dei progetti previsti dalla Legge 112.

Matrici ecologiche e dei sostegni 2.0 – versione 112, in tal senso, consente agevolmente ed in maniera flessibile e completamente personalizzabile, di realizzare progetti individuali contenenti:

- L’individuazione guidata della presenza o assenza dei prerequisiti per l’accesso alle misure previste dalla Legge e di eventuali situazioni di priorità;
- La valutazione analitica della situazione patrimoniale e reddituale della persona e della sua famiglia, anche al fine dell’individuazione delle situazioni di priorità di cui sopra;
- La Valutazione multidimensionale realizzata secondo un’ottica bio-psico-sociale e relativa al funzionamento personale, relazionale e sociale con strumenti validati e riconosciuti a livello internazionale  secondo le aree individuate dalla Legge 112;
- L’integrazione con eventuali strumenti di valutazione richiesti dalle normative/sistemi regionali, automaticamente segnalate grazie all’agevole guida in linea integrata nello strumento;
- L’individuazione dei desideri ed aspettative della persona attraverso un’intervista specificamente realizzata che esplora le dimensioni relative all’abitare, alla vita indipendente, all’inclusione sociale indispensabili per attivare percorsi di sostegno al “durante e dopo di noi”;
- La puntuale descrizione e classificazione dei sostegni (formali ed informali) in atto al momento della presa in carico, l’individuazione della discrepanza tra gli stessi ed i bisogni di sostegno della persona, ed il loro monitoraggio nel tempo;
- La classificazione e documentazione del lavoro di rete e la community care attivata a beneficio a favore della persona con disabilità e della sua famiglia;
- La definizione di obiettivi di sostegno coerenti e significativi per la persona e la sua famiglia ed il cui raggiungimento è monitorabile nel tempo, secondo le misure previste dalla Legge 112;
- La progettazione, pianificazione, programmazione e coordinamento dei diversi sostegni;
- La realizzazione del bugdet analitico di progetto (o di vita, o di salute) e la sua gestione nel tempo;
- L’individuazione dei livelli di efficienza ed efficacia dei sostegni pianificati ed erogati in relazione agli esiti prodotti a livello personale, clinico, funzionale;
- La stesura e stampa automatica di report (progetto individuale di vita – versione 112 esteso e ridotto);
- La possibilità di integrare le misure progettate e finanziate secondo la Legge 112 con il progetto individuale già esistente per la persona o – viceversa – di costruire la sezione specifica per la Legge 112 all’interno del progetto individuale già realizzato per la persona.
 

 

Scarica la scheda di Matrici Ecologiche e dei Sostegni - Versione L. 112

Per saperne di più sulla Legge 112 scarica qui le linee guida Anffas
 

Scopri di più sulla legge L. 328/00 e su come richiedere l'attivazione dell'art.14: "Buon compleanno 328"

 

Contatti

Per maggiori informazioni contattare il Consorzio degli autonomi enti a marchio “La rosa blu”

tel. 06/3611524 int. 35/36
info@matriciecologiche.net
consorzio@anffas.net